Cart 0
 

Elena & Fabrizio si dedicano da anni alla produzione artigianale di accessori esclusivi
in pelle e in camera d'aria.

la loro e' una filosofia di vita.

 
 

La gomma della camera d’aria? Quella che sta dentro le ruote delle bici, delle auto, dei camion?
Ha fatto molti chilometri. È stata qui e là, è rimbalzata milioni di volte, ha assorbito e attutito gli strappi, gli urti, si è gonfiata e sgonfiata, milioni di volte. E’ nera, a volte ancora lucida a volte opacizzata dai chilometri, certe volte morbida, a volte spessa e dura come la pelle di un grosso rettile. Una perfetta metafora della vita trafficata, sbattuta, rotolante tra un desiderio e un obiettivo, salita e discesa, uso e riuso. Una vita che cerca il suo riscatto. 
Elena Gambino asseconda la natura provata del materiale.  Scova la gomma dov’è abbandonata, ormai finita. Allora la adotta. La porta a casa. La lava e poi ne libera la vocazione ulteriore fatta di aria.  Spesso afferra la metafora e la esprime, come nei suoi orecchini “Liberaria”.
Fabrizio invece lavora la pelle, il cuoio, quasi sempre scegliendo la concia al vegetale. Quando può dedicarsi alla scelta delle sue pelli è per lui un grande giorno. Ci vede le borse che poi realizzerà, le pochette, i portachiavi, i bracciali.

 
 

Ogni pezzo è unico e sempre cucito a mano, con cura, partendo dal disegno e realizzando ogni singolo buco in cui passerà l’ago, uno alla volta, con pazienza. 

 
 

La cucitura a mano è per E&F una scelta. Certo, potrebbero velocizzare, essere più “standard”, ma la soddisfazione di curare “con le mani” tutto ciò che fanno, senza alcun uso di utensili semiautomatici, è tutto per loro. 
Nella progettazione si sono tendenze, frecce espressive, ma la voglia di esprimersi è tale che la ripetizione è aborrita. E poi ogni valvola di bicicletta è diversa dall’altra, ogni gomma ha i suoi chilometri, ogni pelle il suo animale e la sua storia, non è possibile fare due volte lo stesso lavoro. 
La noia? Non sanno cosa sia. 

 
bg-black.png